Violazione CEDU: 35 giorni per un’istanza di scarcerazione sono troppi

La delibera inerente alla CEDU riguarda un caso greco in cui si discuteva della legittimità della decisione di un giudice. Quest’ultimo aveva atteso 35 giorni prima di emettere delibera su un’istanza di scarcerazione.

La Corte di Strasburgo ha all’unanimità ritenuto violato il paragrafo 4° dell’art. 5 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle libertà fondamentali. Questo, nello specifico, prevede che la decisione di un giudice in merito alla libertà personale debba essere assunta rapidamente.

La vicenda riguardava la custodia cautelare di una donna, avvocato di professione. L’arresto della sospettata era dovuto alla sua desunta appartenenza ad organizzazione criminale implicata in una serie di crimini commessi tra il 2008 ed il 2009.
La Corte di Strasburgo ha rilevato con la sentenza n° 39726/10 dell’8 marzo 2018 che i 35 giorni di tempo trascorsi fra la presentazione dell’istanza di scarcerazione su cauzione e il provvedimento di rigetto della stessa da parte del giudice sono incompatibili col diritto ad ottenere una veloce disamina del provvedimento incidente sulla libertà personale ai sensi del suddetto paragrafo.

Diversamente, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo aveva ritenuto il ricorso della donna manifestamente infondato relativamente al paragrafo 3° dello stesso articolo 5 della Convenzione.
In particolare, i giudici ritennero che il periodo di detenzione cautelare – durata meno di sei mesi – non era incompatibile con il diritto ad ottenere una rapida decisione in considerazione della misura applicata. Le motivazioni che il giudice aveva fornito il 9 dicembre 2009 per giustificare il periodo continuo di detenzione della donna erano state pertinenti e sufficienti, in considerazione degli elementi di prova acquisiti e della complessità del caso.
Il periodo di custodia era cessato il 15 gennaio 2010 con ordinanza di rilascio del Tribunale della Libertà.

[fonte: il Quotidiano Giuridico]

Torna alla sezione Ultime News
Pubblicato in Diritto Penale Taggato con: , , ,